Himeji, all’ombra del gigante bianco

Un’altra classica tappa degli itinerari in Giappone è sicuramente Himeji, da pianificare anche come escursione giornaliera da Kobe. Quando comunemente parliamo di castelli, le prime immagini che vengono in mente sono di ponti levatoi, di torri in pietra, fossati con i coccodrilli e, perché no, draghi e principesse da salvare. Questo accade nelle teste di chi come me è cresciuto a pane e Walt Disney. Il castello di Himeji non ha nulla di tutto ciò tuttavia, con la sua maestosità lignea, non ha da invidiare nulla ai cugini occidentali. Bianco e imponente, sembra una montagna che da lontano si confonde con le nuvole: dopo questo castello, gli altri vi sembreranno costruiti con i Lego.

Castello Himeji

All’ingresso, ricordate di fare il biglietto che comprende anche i giardini di Koko-en, la seconda tappa della giornata. I sette piani del castello si sostengono con antichi intrecci di tronchi (il più grande e colonna principale ha un diametro di quasi un metro), che compongono lo scheletro della struttura; molto bella da fuori, all’interno mantiene lo stile giapponese: nessuno sfarzo e ambienti puliti e ampi. Il percorso è abbastanza obbligato, con nessuna possibilità di deviazioni: si percorrono gli alti scalini fino alla cima dove, tempo permettendo, potrete godere della vista panoramica sulla città.

I giardini di Koko-en compensano l’assenza di decorazioni del castello; laghetti e piante colorate fanno compagnia alle carpe che qui raggiungono dimensioni spaventose. Il tutto ha un non so che d’ipnotico, con i vialetti stretti e tortuosi che fanno perdere presto l’orientamento. Ci si potrebbe stare per ore, magari sotto uno dei templi minori in legno, a contatto con una natura che qui si manifesta in tutta la sua bellezza.
Godete Koko-en senza fretta e se avete tempo, prendete qualcosa nella tea room all’interno.

Koko EN

Tornate a Kobe per il tramonto e raggiungete il molo scendendo alla stazione dei treni JR-Kobe (attenti con le stazioni: sono quattro, una più esterna alla città dove fermano gli Shinkansen, tre più vicine alla costa). Un chilometro più a sud sarete sul molo, all’ombra della ruota panoramica o di uno dei grattacieli di questa zona più commerciale. Il tramonto da qui è fantastico: per la sera, prenotate in uno dei ristoranti del Mosaic, magari con vista sul mare, e rilassatevi in queste ultime ore a Kobe.

Rispondi