Il viaggio più lungo: Malesia, Bali e Thailandia

Ecco, ci siamo. Quest’anno mi ero ripromesso di stare fuori per un po’, di dedicare una parte dell’anno al viaggio, di convertire il tempo passato dietro ad una scrivania in qualcosa che sia più stimolante, magari lontano dalle quattro mura familiari. Per chi lavora da sempre (gran fortuna eh!) non è mai semplice dedicare un mese della propria vita ad un progetto lontano da casa: in questi periodi anche il tempo diventa assai prezioso, ma d’altronde se si aspetta di avercene libero, spesso si passa una vita a guardare le occasioni che passano.

“Tra vent’anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell’opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.” Mark Twain

Quest’estate sarò in giro per il sud est asiatico, in tre nazioni e per un periodo di tempo che mai, prima di adesso, avrei potuto riservare a quest’esperienza. Malesia, Bali e Thailandia per fare il pieno di una cultura che sento essere sempre di più mia.

La tappa thai, in aggiunta, sarà ricca di incontri e di situazioni del tutto nuove: sono diversi mesi che con gli amici della WEP organizziamo l’itinerario e pensare che finalmente sono prossimo alla partenza, mi mette i brividi.

Sarò nella regione del Singburi prima come turista poi anche all’interno di un progetto che si occupa di assistenza all’infanzia. Molto impegnativo e, benchè ci lavori su da mesi, spesso mi chiedo se sono pronto e se il mio contributo possa essere realmente utile. A Huay Pakoot condividerò il mio tempo con gli elefanti e con la popolazione di un villaggio a 5km da Chiang Mai: ma per questo racconto, faccio in fretta a dirottarvi su Something to Care dove il tema è stato trattato in tutti i suoi aspetti.

L’invito, per chi fosse interessato, è di seguire #icarethai in tutti i suoi sviluppi: proverò a raccontarvi le mie impressioni magari direttamente da li (rete permettendo), sicuro di ritornare a casa con qualcosa da raccontare davvero speciale.

2 pensieri su “Il viaggio più lungo: Malesia, Bali e Thailandia

    1. Ecco, con un commento del genere non puoi che finirmi nello spam! Twain è assai inflazionato, mi sembrava indispensabile aggiungermi a tutti coloro che lo hanno citato almeno una volta nella loro vita! Tu hai qualche chicca delle sue sul tuo blog?

Rispondi